VCA IGG-IGM

 

La manifestazione più comune dell’infezione primaria dal virus di Epstein-Barr ( EBV ) è la mononucleosi contagiosa acuta. Sono noti diversi antigeni cellulari indotti da questo virus nelle cellule infettate e di conseguenzaa scopo diagnostico possiamo utilizzare diversi anticorpi: contro l’antigene virus capsidico (anti VCA) e sono le IgG che compaiono all’esordio dei sintomi clinici e persistono per tutta la vita e le IgM che indicano una infezione recente e compaiono poco prima delle IgG, restando in circolo per 4-6 settimane

VDRL

 

La VDRL è uno dei test utilizzati per valutare la presenza di infezione sifilitica. È importante sottolineare che il test è negativo nella sifilide primaria e negli stadi iniziali di quella secondaria e che risultati falsamente positivi possono aversi in corso di diverse patologie. Tutti i test positivi o debolmente positivi devono quindi essere confermati con un ulteriore test a più alta specificità: l' FTA-ABS.

VES
 

La VES rappresenta una misura della velocità con cui la parte corpuscolare del sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine) sedimenta, cioè si separa dal plasma (la parte liquida del sangue). Un aumento della velocità di sedimentazione indica la presenza di un processo infiammatorio in atto, sia acuto che cronico. Le variazioni nel tempo della VES possono anche essere utilizzate per monitorare il decorso di una malattia.

VITAMINA B12 (COBALAMINA)

 

Le migliori fonti alimentari di vit. B 12 sono gli alimenti di origine animale, principalmente fegato e carne. Viene prodotta anche dalla flora batterica intestinale. La principale funzione è quella di regolare la sintesi di emoglobina, la sua carenza provoca infatti una particolare anemia (perniciosa); la vit. B 12 è inoltre importante per la sintesi del DNA di tutte le cellule e per una buona funzionalità del sistema nervoso centrale e periferico.

VITAMINA D3

 

La sintesi della vitamina D3 avviene di norma a livello renale e la funzione principale di tale vitamina è il ruolo che essa riveste nel mantenere stabile la concentrazione del calcio ematico, aumentandone il suo assorbimento intestinale ogni volta che lo ione calcio dovesse diminuire.

VMA (ACIDO VANIL MANDELICO)

 

L’ acido vanil mandelico costituisce il principale metabolita delle catecolamine, la sua determinazione risulta utile qualora si sospetti la presenza di un feocromocitoma,  la determinazione viene effettuata sulla raccolta delle urine delle 24 ore. Alcune condizioni, quali ad esempio l’intenso esercizio fisico effettuato durante il periodo della raccolta delle urine, possono modificare i risultati del dosaggio.

 

Esami